Informa, incuriosisce, racconta: è il blog!

Chi si intende di web e content marketing lo sa bene. Oltre a testi di ottima qualità e a una buona SEO, un'altra utilissima arma per ottenere e soprattutto conservare nel tempo un buon ranking è l'aggiornamento regolare dei contenuti. Se poi si riesce a combinare la necessità di nuovi content con i vantaggi promozionali dello storytelling, ancora meglio. La soluzione? Il blog!

Semplice nella teoria, decisamente più complesso nell'attuazione. Se creare un blog è piuttosto facile (tutte le piattaforme per siti web prevedono l'introduzione di una pagina con queste caratteristiche), la sua cura e mantenimento presuppongono una sfida a lungo termine: testi informativi e avvincenti, meglio se alternati ad altre forme di comunicazione (infografiche, video, tutorial...), e regolarità nella pubblicazione. Un blog scarno, noioso e lasciato a se stesso non solo non è efficace, ma può addirittura rivelarsi deleterio per l'immagine dell'azienda. C'è dunque bisogno di un'ottima pianificazione editoriale, creatività e, tanto per cambiare, un sacco di tempo. Se realizzato con professionalità, però, il blog ripaga la fatica portando visibilità e sviluppando un rapporto di fiducia con i clienti, effettivi e potenziali.

Il blog è uno strumento adatto al content marketing praticamente di qualsiasi settore: dal commercio all'enogastronomia, dall'outdoor al turismo. Ed è proprio questa la strada che ha imboccato il Bacherhof, elegante hotel 4 stelle di Maranza in Alto Adige, creando sul proprio sito internet la rubrica "Storie di casa". Qui, a cadenza mensile, il Bacherhof si racconta. A volte intervistando i protagonisti dietro le quinte dell'hotel, spesso prendendo in prestito la voce dei clienti. Insomma, sempre raccontando una storia. I benefici sono evidenti: centinaia di clic sui social media, miglioramento costante della SEO e fidelizzazione clienti, fattore di vitale importanza nel settore turistico.

Inutile sottolineare che anche i testi destinati al lettore di madrelingua straniera devono avere la stessa qualità e grinta degli originali. In poche parole: serve un lavoro di transcreation. I titolari del Bacherhof lo sanno bene e a partire dall'estate 2017 hanno deciso di affidare i testi dell'hotel blog a una traduttrice creativa professionista. Perché un lettore annoiato (o irritato da una traduzione mediocre) smette di leggere. E non prenota.

Pin It

Longo Linguae su Facebook