Posta del mattino - e l'hotel dà il buongiorno

Traduzione tedesco-italiano del giornalino dell'hotel

Se siete stati in vacanza sulle Alpi, è molto probabile che vi sia già passato per le mani. A volte non è che un semplice foglio A4 in colori sfavillanti sul banco della reception, altre volte è un fascicolo dal layout elegante che viene servito al tavolo della colazione insieme al caffè. 

Tipico delle strutture ricettive dell’arco alpino ma presente anche in altre realtà turistiche, questo strumento di fidelizzazione dell’ospite ha tanti nomi: giornalino dell’hotel, posta del mattino, bollettino informativo. Il suo scopo è però sempre quello di informare l’ospite sulle novità del giorno e allo stesso tempo farlo sentire parte di una piccola, grande famiglia.

I contenuti possono variare molto. Le versioni più brevi, i cosiddetti “bollettini”, riempiono solo una facciata e spesso vengono esposte su una bacheca nella hall: vi si leggono ad esempio le previsioni meteo per la giornata (fondamentali per gli ospiti di un hotel in montagna), gli orari della navetta escursionistica o dello skibus, magari la meta della gita settimanale. Informazioni preziose ma sintetiche. Gli hotel più esclusivi invece preparano un vero e proprio giornalino, che spesso porta il nome di “posta del mattino” (in tedesco “Morgenpost”) e viene progettato con grande attenzione anche nel layout. Oltre a fornire le informazioni rilevanti per quella determinata giornata (lo sconto sul wellness, il menù a lume di candela, il trekking guidato nel parco naturale, l’evento enogastronomico in paese), la posta del mattino vuole anche intrattenere il lettore. Lo fa con brevi articoletti su temi legati al soggiorno dell’ospite, alla località turistica, alla filosofia dell’hotel. I testi sono intenzionalmente di poche righe: perfetti per essere letti interamente tra un croissant e l’altro (o l’obbligatoria fetta di strudel).

Un esempio classico (e ben riuscito) di posta del mattino è quello realizzato dall’Hotel Gitschberg, esclusiva struttura di Maranza in Alto Adige. I contenuti proposti spaziano dal trattamento benessere con pietre locali al nuovo sistema di acquisto degli skipass, dalle imbottiture bio ed ecosostenibili di piumoni e cuscini alla presentazione delle nuove suite extralusso.

Come ogni altro tipo di comunicazione alberghiera, anche il giornalino dell’hotel deve mantenere elevati standard grafici (esistono speciali software per la sua realizzazione), ma soprattutto linguistici e stilistici. Ecco perché ne viene spesso affidata la stesura all’agenzia pubblicitaria di fiducia – e la traduzione a un transcreator professionista. Per offrire agli ospiti letture appassionanti (e nella propria lingua) anche al tavolo della colazione.

Se cercate un traduttore esperto e creativo a cui affidare la traduzione tedesco-italiano del vostro hotel, non esitate a contattarmi. Sarà un piacere dare insieme il buongiorno ai vostri ospiti.

Pin It

Longo Linguae su Facebook